ANTICHI GIARDINI

ANTICHI GIARDINI - Azienda Agricola DEL BELLO

ANTICHI GIARDINI                 

www.antichigiardini.com

Per informazioni 

tel. 335 5896930 

info@delbello.it

https://www.facebook.com/pages/Azienda-Agricola-DEL-BELLO/108450144687?ref=hl

 

  

VILLA DEL BELLO

VILLA DEL BELLO - Azienda Agricola DEL BELLO

 

Indirizzo:     Via Del Bello, 2  -  59021 Vaiano (PO)     
Tel:               0574 988 939
Cell:              335 5896 930
Fax:              0574 789 250
Web:            www.delbello.it  -  info@delbello.it  
Referente:  Cosetta Blandino Fantini

Punto Vendita Campagna Amica 

Prodotti in vendita:

Olio Extra Vergine di oliva, carne di bovino Calvano, 

grano saraceno, farina di grano saraceno e tanti prodotti 

delle aziende agricole del territorio (miele, formaggio, 

ricotta, vino, vinsanto, grappa, pasta, farina, legumi, ecc..).

  

La storia L’antico insediamento da cui ha origine la villa sorge sul

colle di Calcinaia, che fronteggia il fiume Bisenzio e la sagoma antica

della villa Guicciardini di Usella, nella zona di confine tra il medievale

Comune di Prato e la zona controllata dai Conti Alberti. Nel bosco

soprastante restano ancora i muri in alberese della coeva torre di

Melagrana, stessa epoca di quella di Cerbaia: sul colle superiore si

trovano i resti del piccolo borgo di Bibbiano con chiesetta di S.Maria.

Sappiamo da documenti archivistici che nel 1352 la “villa” di Bibbiano

era ancora esistente (non esisteva invece più nel catasto del 1427):

la chiesa fu soppressa e accorpata con la Pieve di Sofignano.

Nello stesso periodo la proprietà di alcuni poderi e di una casa da

signore passò alla S.S. Annunziata di Firenze, che lo mantenne per

vari secoli. Lo stato italiano confiscò i beni di alcuni monasteri dopo

l’Unità, tra cui anche questo possesso della Nunziata, come veniva

familiarmente detto, per far cassa dopo le ingenti spese per le

guerre d’indipendenza. I beni furono messi all’asta e acquistati

(1867) dal diplomatico Pietro Del Bello, che vantava una

discendenza risalente ai cugini di Dante, dimostrava una

particolare affezione per i simboli fiorentini, come indicano le

decorazioni a gigli anche sulle vetrate delle porte interne della villa.

Questo personaggio, che viveva fra Firenze e Roma, fece

ristrutturare il complesso creando la villa, accanto alla fattoria

come riorganizzazione dei locali preesistenti, il giardino dalla

vista panoramica ed il Selvatico come percorso dei proprietari

e degli ospiti, alcuni dei quali di assoluto prestigio (Renato Fucini).

La fattoria Del Bello aveva numerosi poderi nella zona circostante,

un frantoio azionato da animali, un acquedotto proprio, una

specializzazione nella coltura del vino, testimoniata dai numerosi

premi vinti alla Festa dell’Uva.

Pietro Del Bello morì negli anni che precedettero la Grande Guerra,

lasciando la villa e la fattoria alla figlia Assunta e alla moglie

Enrichetta, zia e matrigna poi della ragazza perché in seconde nozze

aveva sposato il cognato. Le due Del Bello erano amanti della

musica, una suonava la chitarra e l’altra il violino (uno Stradivari),

divennero nel tempo assai eccentriche. Andavano alla messa con

la treggia tirata dai buoi, dormivano il giorno e suonavano la notte.

Morirono a distanza di un anno l’una dall’altra attorno al 1935.

Dopo la loro morte la proprietà passò ad una cugina francese

(una Pierson) che ne entrò in possesso poco prima della seconda

guerra mondiale. All’epoca del conflitto, come i beni di Spranger,

fu requisita come proprietà nemica e affidata all’amministrazione

del Monte dei Paschi di Siena. Dopo la guerra cominciarono a

vendere i poderi della fattoria: la proprietà rimasta venne infine

in possesso dell’ultimo fattore Mario Fantini.

 

Il giardino

Il fabbricato della villa ottocentesca è strettamente legato al

giardino costituito da una terrazza panoramica che guarda a

occidente). Un grande cedro del Libano si para davanti alla

porta principale e sormonta la piccola grotta con ninfeo: un

percorso di aiole con fioriture stagionali e perenni è la

testimonianza di un giardino assai vissuto dai personaggi

che gli dettero vita, a cominciare da Pietro Del Bello che

fece costruire una serra esposta a meridione incorporata

nella costruzione della villa, nella parte più corta della L che

caratterizza la sagoma del fabbricato. Sono significative

le fotografie ottocentesche che ritraggono lui, la figlia e la

moglie, gli amici in questi ambienti e nel Selvatico, cui si

accede scendendo lievemente verso sud e accostando dalla

parte del bosco: tutti documenti originali conservati nell’archivio

familiare. Dal giardino si entra del resto direttamente nei salotti

della villa, straordinaria testimonianza storica perché conservano

decorazioni ed arredo d’epoca ancora originale. Il Selvatico,

con una serie di percorsi con vegetazione mediterranea, corbezzoli

e lecci, siepi di bosso, conduce ad un luogo centrale, un tempo

vero e proprio laghetto, oggi elemento di suggestione, per letture

teatralizzate.

 

VENDITA OLIO EXTRA VERGINE DI OLIVA PRODUZIONE AZIENDALE

VENDITA OLIO EXTRA VERGINE DI OLIVA  PRODUZIONE AZIENDALE - Azienda Agricola DEL BELLO

 

Nel punto vendita aziendale potete trovare il nostro olio extravergine di oliva 

e molti altri prodotti

L'olio è confezionato in contenitori di vetro (bottiglie, damette e dame) o in lattine 

da 0,25 lt. - 0,50 lt. - 0,75 lt. - 1,00 lt. - 2,00 lt. - 3,00 lt. - 5,00 lt. 


Per informazioni e prenotazioni tel. 335 5896930 email info@delbello.it

Sabato mattina aperto dalle ore 8:30 alle ore 12:30

FATTORIA DIDATTICA

FATTORIA DIDATTICA - Azienda Agricola DEL BELLO

Azienda Agricola Del Bello

Via Del Bello, 2 59021 Vaiano (PO)  Tel. 335 5896930 info@delbello.it 

In questi ultimi anni l'azienda agricola Del Bello, ha ospitato centinaia di ragazzi per una bellissima esperienza: le "AgriSettimane Verdi". Grazie ai successi ed agli entusiasmi raccolti, l'azienda ha voluto soddisfare le richieste pervenute anche dal mondo della scuola, offrendo l'opportunità di vivere un Viaggio di Istruzione in un laboratorio naturale.

I Nostri Percorsi Didattici

Dal filo d'erba al piatto: osserviamo le specie vegetali e animali spiegandone il loro uso e il ruolo che hanno avuto durante l'evoluzione del genere umano.

Naturalmente alleati: osservazione di alcuni prodotti di consumo giornaliero (pane, olio, latte, verdura, ecc...) di cui si ripercorrerà l'intero ciclo produttivo.

Dall’oliva all'olio: raccolta delle olive. Spiegazione e degustazione dell'olio extravergine di oliva.

La conoscenza degli Animali: attraverso un percorso nella fattoria facciamo conoscenza con gli animali presenti.

In cucina, oggi come ieri?: riscoperta di alcune ricette della tradizione Toscana.

PUNTO CAMPAGNA AMICA - Punto vendita prodotti agricoli italiani

PUNTO CAMPAGNA AMICA - Punto vendita prodotti agricoli italiani - Azienda Agricola DEL BELLO

n. Albo AAPOTSC001   

Prodotti in vendita:  

Olio Extra Vergine 

di oliva, carne di 

bovino Calvano, 

grano saraceno, 

farina di grano 

saraceno e tanti 

prodotti delle 

aziende agricole 

del territorio 

(miele, formaggio, 

ricotta, vino, 

vinsanto, grappa, 

pasta, farina, 

legumi, ecc..).